SUPPORTO

Supporto alla Progettazione dei Sistemi

Nella progettazione dei sistemi di sicurezza, ed in particolare dei sistemi di videosorveglianza, è necessario dimensionare correttamente le risorse per il trasporto, elaborazione e archiviazione dei dati. In particolare tale necessità deriva dalla gestione dei flussi multimediali che per loro natura, nonostante gli algoritmi di compressione disponibili sul mercato, hanno un “peso” significativo.

Seppure ogni impianto abbia una sua specifica esigenza di infrastrutture di rete e di sistemi di elaborazione/archiviazione specifici, è possibile indicare alcune regole che sono generalmente valide:

  1. qualora la rete di trasporto dati disponibile abbia una banda limitata o instabile, si suggerisce sempre di prevedere una registrazione a bordo camera o tramite nodo di registrazione locale
  2. in tali casi il flusso di registrazione dovrebbe essere della migliore qualità possibile (main-stream), prevedendo nel contempo anche un flusso di qualità (risoluzione, FPS) inferiore per la visualizzazione live da Centrale (sub-stream)
  3. nel caso in cui sia prevista la sola registrazione al centro, anche il flusso video dal sito al centro dovrà essere di tipo mainstream
  4. è sempre consigliabile adottare sistemi di registrazione anche locale su SD delle telecamere qualora ne siano provviste (ovviamente quando questo è compatibile con la privacy e con la possibilità di proteggere la registrazione da eventuale esportazione illegittima)
  5. l’utilizzo della registrazione su evento (es. su motion detection) è consigliabile solo qualora vi sia la possibilità di registrare anche il pre-evento per avere eventualmente sufficiente materiale probatorio

Anche tenendo conto di queste indicazioni di massima, il dimensionamento delle risorse hardware per i sistemi di elaborazione e di archiviazione delle informazioni multimediali può risultare complesso.

In particolare la complessità nella definizione a progetto del dimensionamento degli storage (locali o remoti) è data dalle caratteristiche della scena ripresa: infatti gli algoritmi di compressione sono tanto più efficaci quanto più vi siano variazioni della scena ridotte. Ad esempio una telecamera che riprende un parcheggio aperto nelle ore e giorni lavorativi, svilupperà complessivamente una dimensione di dati (di trasporto e di archiviazione) inferiore ad una telecamera che riprende l’interno di una stazione ferroviaria.

Nella valutazione della banda della rete di trasporto vanno poi considerati elementi quali: la contemporaneità nel numero di flussi, la qualità, gli FPS, etc ..

Questo detto, il dimensionamento va sempre fatto in base al picco massimo di utilizzo del sistema e di carico elaborativo, al fine di non avere situazioni di insufficienti risorse.Prassel è a disposizione dei propri Partner per dare supporto alla Progettazione dei sistemi di Safety & Security in cui vengano utilizzati i prodotti della suite software ViMS.

Le indicazioni riportate nel presente articolo si devono considerare solo indicative, Prassel no si assume responsabilità nel caso per il dimensionamento di impianti che vengano effettuati in base a tali indicazioni.

Suggeriamo di accedere all’area riservata per poter utilizzare il configuratore ViMS attraverso il quale stimare, nei diversi scenari di utilizzo, le esigenze hardware di base per l’installazione della suite ViMS e il troughput dei sistemi di archiviazione.